Benvenuto
Benvenuto nel sito dal Soprintendente Cristina Acidini

>> Per saperne di più
Contatti
Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze

Indirizzo: Via della Ninna, 5 50122, Firenze

Centralino: +39 055 23885

Fax: +39 055 2388699

>> Contattaci

Apertura straordinaria per giornate del FAI dell'Antiquarium di Villa Corsini


23-03-2013 | 24-03-2013

Nell’ambito delle iniziative del FAI, il prossimo 23 e 24 marzo, dalle 9.30 alle 17 sarà aperto in via straordinaria l’Antiquarium di Villa Corsini a Castello (via della Petraia 38).
L’orario di apertura sarà dalle 9.30 alle 17.
La visita sarà organizzata in piccoli gruppi accompagnati da guide. Eccezionalmente sarà visitabile anche il giardino.

In previsione del massiccio afflusso di pubblico, si sconsiglia di usare il mezzo privato per raggiungere la Villa, ma di servirsi dei mezzi pubblici ATAF nn. 2 e 28.

Villa Corsini conserva all’interno di una preziosa cornice architettonica, elaborata da Giovan Battista Foggini per la potente famiglia dei Corsini agli inizi del XVIII secolo, un inaspettato tesoro di antichità. Il visitatore che varchi la soglia del fastoso palazzo di campagna si troverà sin da subito circondato da sarcofagi etruschi, colossali statue marmoree romane e capitelli figurati che, per quasi un secolo, furono conservati nelle sale e del giardino del Museo Archeologico Nazionale di Firenze. Nelle sale della villa riportate al loro originario fasto, è infatti ospitata una galleria di statuaria classica appartenuta nella quasi totalità alle collezioni medicee che, a Firenze, conosce ben pochi rivali. Una visita dell’Antiquarium della Villa offrirà, inoltre, l’opportunità di un viaggio attraverso la millenaria storia della piana fiorentina dall’età etrusca a quella romana, grazie ad una selezione di oggetti provenienti da scavi recentissimi, molti dei quali sono per la prima volta resi visibili al pubblico. I preziosi reperti della città etrusca di Gonfienti, gli avori fenici della tomba della Mula, lo spettacolare cippo arcaico di Settimello testimoniano del passato ricco e complesso della Piana fiorentina, un angolo dell’antica Etruria che non ha niente da invidiare al resto dell’Italia antica.


La brochure in allegato è del 2012 e riporta gli orari del periodo estivo.