Salve, Polo e-news.
Benvenuto in Polo e-news, la newsletter ufficiale del Polo Museale Fiorentino




A cura
di Marco Ferri
e Marco Fossi



Polo e-news | Numero 26 del 4 gennaio 2013

HOME POLO MUSEALE MUSEI DEL POLO MOSTRE IN CORSO

PALAZZO PITTI: BUON 2013 DALLA SALA BIANCA

Sono auguri in musica quelli che la direzione della Galleria Palatina offrirà ai fiorentini per salutare insieme il 2013. Il concerto, sponsorizzato da Enel, s’intitola L’Energia diventa Musica e l’appuntamento è per il giorno dell’Epifania (domenica 6 gennaio) alle 17 nella suggestiva Sala Bianca, con ingresso libero per tutti, fino ad esaurimento dei posti disponibili. Da sottolineare che Enel, presente in città con un servizio elettrico che fa registrare valori eccellenti nel panorama regionale e nazionale, sostiene l'iniziativa confermando l'attenzione per la valorizzazione culturale e artistica del territorio. Con l'inaugurazione a fine 2012 della cabina elettrica primaria "Santa Maria Novella", nel centro di Firenze, e con questo evento, Enel ha confermato la volontà di operare per unire innovazione tecnologica con la tradizione della cultura fiorentina. Ad eseguire i 12 brani in scaletta sarà un trio d’eccezione formato da musicisti di provata esperienza: Riccardo Sandiford pianoforte), Claudio Ferrarini (flauto), e Anastasia Boldyreva (mezzosoprano). Il programma ideato per l’occasione mette insieme Firenze e l’Europa, in una seducente corrispondenza di generi e di temi. Romanze da salotto, come la Chanson de l’Adieu e Sogno di Tosti si alternano ad arie d’opera, a “canzoni” e danze che traggono origine dalle radici locali ma divenute nel tempo universalmente conosciute: la Tarantella di Rossini, l’Habanera di Bizet, l’Asturiana di Manuel De Falla, fino al Samba di Villa Lobos. Si tratta di un viaggio ideale che attraversa il Mediterraneo, dalla Francia alla Spagna e al Sud America, per ritornare al cuore dell’Europa, con le Melodie Zingare di Dvorák e la Rapsodia ungherese di Brahms. Un itinerario che termina al suo punto di  partenza, alla Firenze romantica di Cesare Ciardi e al suo  Eco dell’Arno. è la città amata da Ĉajkovskij che così la commentava: “di tutte le città straniere, Firenze è di gran lunga quella che preferisco (…) qui ho provato una tale quantità di esperienze stupende- la città, i dintorni, il clima sorprendentemente primaverile, i quadri, le canzoni popolari- che sono esausto”. Alla Firenze vivida di luce di una giornata di primavera  è ispirata la canzone- romanza Pimpinella, che conclude il concerto, una flagrante trasposizione in note e pentagramma di uno stornello ascoltato per le vie della città.

I musicisti

Il concerto vedrà impegnati tre musicisti. Riccardo Sandiford insegna al conservatorio di Parma, ed è un affermato concertista sia in Italia che all'estero (nel 2008 ha suonato nel 2009 alla Kammermusiksaal di Berlino e nel 2010 con il violinista Ilya Grubert e i fiati del Maggio Musicale Fiorentino. Claudio Ferrarini è docente anche lui al conservatorio di Parma (insegna flauto traverso); è allievo di Severino Gazzelloni, si è esibito molto all'estero (Mosca, Salisburgo, Lipsia, Berlino e altre città). Anastasia Boldyreva invece, diplomata al conservatorio di Mosca.  ha inaugurato quest'anno  la stagione operistica del Teatro Lirico di Cagliari, ha cantato nella Madame Butterfly all'Opera di Roma l'anno scorso e a Genova nell'Andrea Chenier, oltre ad altre cose.

La scaletta del concerto

Francesco Paolo Tosti
Chanson de l’Adieu - Sogno

Gioacchino Rossini
La danza, Tarantella napoletana

Giuseppe Verdi
La canzone del velo

Georges Bizet
Chanson Bohème - Habanera

Manuel de Falla
Asturiana

Heitor Villa-Lobos
Samba-Classico

Anton Dvořák
Als die Alte Mutter (da Zigeunermelodien)

Johannes Brahms
Rapsodia Ungherese n. 5

Cesare Ciardi
L’eco dell’Arno

Pëtr Il'ič Čajkovskij
 “Pimpinella” Canzone Fiorentina




CAPOLAVORI DA LEGGERE



In concomitanza con l'83ma edizione di Pitti Immagine Uomo, il gruppo RCS presenta, dal 9 al 13 gennaio in piazza della Repubblica a Firenze, la manifestazione dal titolo "Firenze & Fashion. Capolavori da leggere - Temporary Fashion Library". Tra i vari appuntamenti che costelleranno l'iniziativa, da segnalare giovedì 10 gennaio alle 19 l'incontro dal titolo "La Moda nella città della Bellezza" cui prenderà parte la Soprintendente per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Firenze, Cristina Acidini (nella foto), insieme al direttore del Corriere Fiorentino, Paolo Ermini. 


REGALATI UN RESTAURO: ULTIMI GIORNI



Anche quest'anno le guide professioniste dell'Associazione Mercurio organizzano “Regalati un restauro” offrendo visite guidate alla mostra della serie “I mai visti” . Le ultime visite sono in programma il 5 e 6 gennaio 2013 a partire dalle 14.30 (su prenotazione al numero 055 218413 - ma con possibilità di partecipare anche senza prenotazione fino ad esaurimento dei posti disponibili) ed hanno lo scopo di finanziare il restauro di un’opera della Galleria  tramite un'offerta (a partire da 5 euro) a favore dell'Associazione Amici degli Uffizi, che i partecipanti verseranno all'ingresso della mostra. 


CINQUE INCONTRI PER CONOSCERE LE PIETRE DURE



Cinque incontri per conoscere la storia delle pietre dure, praticamente dalla nascita del pianeta Terra fino al loro “eccellente” utilizzo artistico a Firenze. Nell’ambito degli appuntamenti per il pubblico dei musei fiorentini, la Sezione Didattica della Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze e il Museo di Storia Naturale dell’Università degli Studi di Firenze organizzano una serie di incontri caratterizzati da contributi di esperti di formazione umanistica e scientifica. Il titolo dell’iniziativa è “Le pietre dure. Dalla storia del pianeta alla storia di Firenze” e si svolgerà, in varie sedi, tra il 15 gennaio e il 6 marzo 2013. Durante le cinque conferenze saranno affrontati i temi legati al rapporto tra uomo e materia, prendendo come riferimento l’uso delle pietre dure nel percorso storico fiorentino. L’ingresso ai cinque incontri è libero ma è consigliata la prenotazione chiamando il numero telefonico 055-284272 oppure scrivendo un’e-mail a: didattica@polomuseale.firenze.it. Oltre agli appuntamenti già programmati (secondo il calendario che segue), sono previste anche visite guidate al Museo degli Argenti e alle Cappelle Medicee – musei del Polo Fiorentino dove la presenza di pietere dure lavorate è preponderante - le cui date verranno comunicate nel corso dell’iniziativa.

Il programma

Le pietre dure. Dalla storia del pianeta alla storia di Firenze

Martedì 15 gennaio, ore 16-18

Museo di Storia Naturale – Università degli Studi di Firenze

Sala Strozzi – Sez. di Geologia e Paleontologia

Luisa Poggi, Relazioni tra collezione mineralogica e collezione Medicea delle pietre dure, aspetti storici e scientifici.

Seguirà una visita alla collezione della Sezione di Mineralogia e Litologia.

 

Martedì 29 gennaio, ore 16 -18

Teatrino del Rondò di Bacco, Palazzo Pitti

Fabrizio Paolucci, L'impero di marmo : cave, commerci e rotte dei marmi bianchi e colorati in epoca romana.

 

Martedì 12 febbraio, ore 16 -18

Teatrino del Rondò di Bacco, Palazzo Pitti

Marco Benvenuti, Genesi e proprietà di gemme e pietre dure.

 

Martedì 26 febbraio, ore 16-18

Museo dell’Opificio delle Pietre Dure

Clarice Innocenti, Visita alle collezioni del Museo; Francesca Toso, La collezione degli antichi strumenti di laboratorio e le tecniche di esecuzione del commesso in pietre dure.

 

Mercoledì 6 marzo, ore 16-18

Teatrino del Rondò di Bacco, Palazzo Pitti

Annamaria Giusti, Rassegna delle manifatture medicee in pietra dura nei musei fiorentini ed europei.


Polo e-news