Salve, Polo e-news.
Benvenuto in Polo e-news, la newsletter ufficiale del Polo Museale Fiorentino




A cura
di Marco Ferri
e Marco Fossi



Polo e-news | Numero 29 del 15 febbraio 2013

HOME POLO MUSEALE MUSEI DEL POLO MOSTRE IN CORSO

TUTTE LE CELEBRAZIONI PER IL 270° ANNIVERSARIO DELL'ELETTRICE PALATINA

Il prossimo 18 febbraio saranno trascorsi esattamente 270 anni dalla scomparsa dell'Elettrice Palatina, ultima discendente della Dinastia Medici, alla quale dobbiamo - grazie alla sua lungimiranza e alla firma del cosiddetto Patto di Famiglia del 31 ottobre 1737 - la presenza di gran parte del patrimonio culturale di Firenze. Tra domenica 17 e lunedì 18 febbraio sono infatti numerosi gli appuntamenti legati alla ricorrenza - sia a Firenze, sia all'estero - che riassumiamo nel comunicato rintracciabile a questo link e tra i quali figura l'apertura gratuita (domenica 17) del Museo delle Cappelle Medicee, la consueta commemorazione pubblica di Palazzo Vecchio (lunedì 18 alle 16.30) ma anche l'emissione di un francobollo commemorativo. 




SALONE MAGLIABECHIANO: LIBRI E MUSICA



Nell'arco di una sola settimana, sono tre gli appuntamenti con presentazioni editoriali e concerti in programma nel Salone Magliabechiano della Biblioteca degli Uffizi. Si comincia lunedì 18 febbraio, alle ore 21, quando è in programma il Concerto con voce recitante / Fabio Vacchi "Il piacere di Leggere"; Melologo su testo di Dacia Maraini (nella foto) / di Contempoartensemble, con Moni Ovadia (voce recitante), Lorna Windsor (soprano), Mauro Ceccanti (direttore).  Biglietto d'ingresso: 15 euro (il ricavato darà interamente devoluto alla scuola italiana di senologia). Si prosegue martedì 19 febbraio alle 17 con la presentazione del libro di Salvatore Carrubba Il museo spiegato ai ragazzi. Quindi giovedì 21 febbraio alle 17,  presentazione di Foscoliana: "Le Grazie a Woburn Abbey", a cura di Arnaldo Bruni; Giuseppe Nicoletti "Bibliografia Foscoliana".

UFFIZI: VISITE ALLA COLLEZIONE CONTINI BONACOSSI



La Direzione della Galleria degli Uffizi informa che sono riprese le visite guidate gratuite alla collezione Contini Bonacossi, grazie alla collaborazione degli Amici degli Uffizi. Le visite si terranno ogni giovedì alle 14.30 e alle 16.30, fino all’11 aprile 2013. Si tratta di un'eccezionale opportunità per ammirare i capolavori di questa straordinaria raccolta con la competente illustrazione degli assistenti alla vigilanza della Galleria degli Uffizi. Per saperne di più clicca qui. (nella foto Veronese, Iseppo Da Porto e suo figlio Adriano


TUTTI GLI APPUNTAMENTI DELLA GALLERIA DELL'ACCADEMIA



La Galleria dell'Accademia, in collaborazione con il Gabinetto G. P. Vieusseux, sta organizzando Giornate di Studio su Lorenzo Bartolini. Si svolgeranno tra il 17 e il 19 febbraio. Per saperne di più si può cliccare qui. A seguire, il 25 febbraio alle 21, con ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti, si terrà il concerto intitolato "Non finito". Alcuni dei musicisti che parteciperanno al concerto, in gran parte insegnanti del Conservatorio “Luigi Cherubini”, hanno in varie occasioni e in modi diversi collaborato con la Galleria dell’Accademia nel costruire e sviluppare le attività del Museo degli Strumenti Musicali. Per l’occasione Daniele Lombardi, pianista, compositore e artista visivo, figura di spicco nel panorama musicale fiorentino, ha scritto la composizione “Non finito”, espressione evocatrice del senso di continuità, nell’approfondimento. I quattro brani, ispirati ai Prigioni michelangioleschi, verranno eseguiti in prima assoluta. 


GALLERIA PALATINA: TORNA MUSEO IN MUSICA



Dopo il successo della prima edizione di Museo in Musica, svoltasi tra luglio e ottobre 2012, la Galleria Palatina e la Scuola di Musica di Fiesole presentano un nuovo ciclo di concerti che arricchisce il ventaglio di eventi previsti per la stagione inverno- primavera di Palazzo Pitti. Ancora una volta i protagonisti saranno gli allievi dei corsi del nuovo Dipartimento di Musica da camera della Scuola, diretto da Andrea Lucchesini; si tratta di un corso appena attivato che prevede lezioni con i maestri del Trio di Parma, di Pavel Vernikov, di Natalia Gutman, Bruno Canino e dello stesso Lucchesini. Nella suggestiva cornice della Sala di Bona, si alterneranno giovani ma già affermati concertisti, italiani e stranieri, allievi della Scuola di Musica, che si misureranno con un repertorio che spazia dal Romanticismo al primo Novecento. I concerti si terranno sempre di mercoledì alle 17 fino al 27 marzo. L’ingresso al concerto è di 5 euro (intero) e 2 euro (ridotto per gli allievi della Scuola di Musica). I biglietti saranno venduti a cura della Scuola di Musica di Fiesole, un’ora prima del concerto, all’ingresso della Sala di Bona. Per consultare il programma cliccare qui

 



COLLOQUIO SENTIMENTALE A PALAZZO PITTI

Appuntamento sabato 23 febbraio (ore 16.30) nella Sala di Bona di Palazzo Pitti per il “Colloquio sentimentale” (ingresso libero fino a esaurimento dei posti, con prenotazione consigliata chiamando il numero 055-2388614). Si esibiranno Cinzia Borsotti (mezzosoprano) e Eugenio Milazzo (pianoforte, nella foto). Il titolo, preso in prestito da Verlaine, evoca un’atmosfera densa di emozioni e di sentimenti raccontati, condivisi, fraintesi. Si comincia con Claude Debussy, compositore audace e innovativo con il culto della raffinatezza minuta e preziosa e dell’eleganza smaliziata. Qui proponiamo dei pezzi legati al suo periodo” impressionistico”. I tre brani tratti dalle Fetes Galantes riflettono appieno la malinconia e il disincanto di Paul Verlaine, mentre le Chansons de Bilitis sono un puro gioiello cesellato su sensuali evocazioni del mito dell’Arcadia. Di diverso tono i brani di Gabriel Faurè, considerato il maestro della melodia francese, che con uno stile squisitamente intimistico tende alla purezza dell’idea musicale. Con Francis Poulenc, della generazione successiva, un altro scenario: la Parigi degli anni ’20 del secolo scorso, Pablo Picasso, i Balletti Russi a Montecarlo... Da queste esperienze Poulenc trasse ispirazione per mettere in musica La Dame de Montecarlo, monologo di Jean Cocteau meno famoso della Voix Humaine, ma certo di non minore impatto.


Polo e-news