Salve, Polo e-news.
Benvenuto in Polo e-news, la newsletter ufficiale del Polo Museale Fiorentino




A cura
di Marco Ferri
e Marco Fossi



Polo e-news | Numero 33 del 28 marzo 2013

HOME POLO MUSEALE MUSEI DEL POLO MOSTRE IN CORSO

I MUSEI APERTI A PASQUA E PASQUETTA

La Soprintendenza per il Polo Museale Fiorentino ha varato il programma delle aperture straordinarie in occasione delle prossime Festività Pasquali.

Nei giorrni 31 marzo e 1° aprile (Pasqua e Pasquetta) saranno aperti al pubblico  la Galleria degli Uffizi, la Galleria dell’Accademia, la Galleria Palatina e la Galleria d’Arte Moderna, e la Villa medicea di Cerreto Guidi dalle ore 8.15 alle ore 19; anche il Giardino di Boboli, il Museo degli Argenti, il Museo delle Porcellane, la Galleria del Costume e il Giardino Bardini, e le ville medicee di Castello (col giardino), della Petraia e di Poggio a Caiano resteranno aperti dalle 8.15 alle 18.30; il Museo Nazionale del Bargello dalle 8.15 alle 17.

Nella sola giornata di domenica 31 marzo, saranno aperti anche le Cappelle Medicee (dalle 8.15 alle 16.50), il Museo di Palazzo Davanzati e il Cenacolo di Andrea Del Sarto dalle 8.15 alle 13.50.

Nella giornata di lunedì 1° aprile, giorno di Pasquetta, saranno aperti anche la Chiesa e museo di Orsanmichele (dalle 10 alle 17), il Museo di San Marco, il Cenacolo di Sant’Apollonia e il Chiostro dello Scalzo dalle 8.15 alle 13.50; il Cenacolo di Ognissanti dalle 9 alle 12. 




VASARIANO: SI RIENTRA DAGLI UFFIZI



È tornato percorribile da qualche giorno l’accesso al Corridoio Vasariano dal lato di ponente della Galleria degli Uffizi. Le aperture straordinarie del Corridoio Vasariano - con ingresso dagli Uffizi e uscita nel Giardino di Boboli, presso la Grotta del Buontalenti – sono possibili solamente per gruppi e previa prenotazione scrivendo un’email all’indirizzo: firenzemusei@operalaboratori.com.


MUSICA NELLA BIBLIOTECA DEGLI UFFIZI



la Biblioteca DEGLI uFFIZI rimarrà chiusa da martedì 2 a venerdì 5 aprile pp.vv. Da segnalare che sono previste due "Lezioni di musica" organizzate dalla Scuola di Musica di Fiesole che si terranno sabato 13 e domenica 14 aprile alle ore 21.00 presso la stess Biblioteca. L'ingresso è su prenotazione da effettuarsi scrivendo una mail a: r.crescioli@scuolamusica.fiesole.fi.it.

 


LE MOSTRE DI PRIMAVERA



Nell’ambito di “Un anno ad arte”, alla Galleria degli Uffizi è visibile la mostra “Norma e capriccio” dedicata agli “Spagnoli in Italia agli esordi della 'maniera moderna'”; al Museo degli Argenti di Palazzo Pitti, è stata apena inaugurata la mostra “Lusso ed eleganza. La porcellana francese a Palazzo Pitti e la manifattura Ginori (1800-1830)”. Da segnalare che è visibile, alle Cappelle Medicee, la mostra “Nello splendore mediceo. Papa Leone X e Firenze” che proseguirà fino all’inizio di ottobre.

E' visibile al Museo Nazionale del Bargello la mostra “Percorsi di meraviglia. Opere restaurate del Bargello”. che propone alcuni importanti restauri di opere del Museo, recentemente conclusi, frutto della generosa collaborazione nei confronti del Bargello da parte dell’Opificio delle Pietre Dure e dei “Friends of Florence”.

Tra le altre mostre che proseguono da non perdere nell’abside dell’ex-chiesa di San Pier Scheraggio (complesso vasariano degli Uffizi) fino al 29 marzo la mostra dedicata al restauro di tre dipinti su tavola tra i più antichi della Galleria interamente finanziato dall’associazione Amici degli Uffizi. Si tratta di due croci dipinte del XII e XIII secolo, e di un dittico della metà del Duecento, raffigurante la Madonna col Bambino e santi e la Crocifissione attribuito a Bonaventura Berlinghieri. Sempre agli Uffizi – Sala Detti del Gabinetto Disegni e Stampe, è stata prorogata fino al 28 aprile la mostra “Rembrandt visto da Morandi”, mentre a Palazzo Pitti, oltre al proseguimento fino al 31 agosto della mostra “Il mito, il sacro, il ritratto. Dipinti dai depositi della Galleria Palatina” allestita nella Sala delle Nicchie, sono visibili le mostre “Franco Guerzoni. La parete dimenticata” (fino al 7 aprile nell’Andito degli Angiolini) e “Da Boldini a De Pisis. Firenze accoglie i capolavori di Ferrara” (fino al 19 maggio nella Galleria d’arte moderna).

Da segnalare che, fino alla fine di aprile nella Sala del Lavabo del Museo di San Marco, saranno visibili due lunette affrescate dal Beato Angelico, staccate in antico dal Chiostro di Sant’Antonino. Si tratta della lunetta con San Pietro martire che invita al silenzio, proveniente dalla parete sopra la porta di comunicazione tra il chiostro e la chiesa, e di quella con Cristo pellegrino accolto da due domenicani, che era collocata nella parete sopra la porta  di accesso all’antico Ospizio dei Pellegrini.


Polo e-news